Durante la cerimonia, che si è tenuta venerdì 19 maggio, in occasione del primo anniversario della scomparsa di Felix Lombardi, storico dirigente di Ascom Vercelli, l’Alberto Dalmasso Onlus ha ricevuto un’importante donazione da parte della famiglia.
Servirà a contribuire a un importantissimo progetto che stiamo, ormai, per chiudere con l’Asl e il reparto di Cardiologia, diretto dal professor Francesco Rametta. Si tratta di uno screening sulla popolazione degli “sportivi” (calcio, tennis, basket, pallavolo e non solo) di Vercelli: è finalizzato all’individuazione dei soggetti con sindrome di Brugada e con cardiomiopatia ipertrofica. Il progetto avrà come obiettivo primario rendere un servizio alla comunità con l’obiettivo di individuare dei ragazzi ad alto rischio di morte improvvisa, poiché entrambe le patologie possono presentare la stessa drammatica conseguenza.
“Ne sapremo di più già nelle prossime settimane, ma la donazione della famiglia Lombardi – commenta il presidente della Onlus, Massimo Dalmasso – rappresenta un tassello importante nella realizzazione di questo progetto in cui crediamo moltissimo. Un progetto che, grazie alla competenza del professor Rametta, e all’organizzazione di Asl Vercelli, siamo convinti di poter portare avanti nel corso degli anni”.

Articoli correlati